Pc On
 
  Home    Forum    Download    Test ADSL    Login            Mio Flickr  
Utenti connessi6  01-04-2023  
    Menù
 Home

 News
 Archivio
 Cerca

 Guide
 Trucchi
 Windows Xp

 Risorse
 Forums
 Downloads
 Glossario
 Produttori HW
 Test ADSL
 Port Scanner
 Anti Virus
 Traduttore
 User Agent

 Info
 Contattaci
 Passa Parola
 Statistiche

    Cerca con:
Google
WebPc On

    Chi Online

   Visitatori 6 Visitatori
   Utenti 0 Utenti

Non ci conosciamo ancora? Registrati gratuitamente Qui

    Siti amici
Roms Planet

    Segnalato da:
Segnala il tuo sito su GoldenWeb
WinTricks.it WebRing
Sito segnalato da Freeonline.it - La guida alle risorse gratuite

  Il file-sharing pirata legale in Portogallo
Dal Web
In Portogallo il file-sharing di film o musica pirata legale, a patto che non vi siano scopi di lucro. Secondo la Procura Nazionale (DCIAP) il P2P ad "uso personale" non perseguibile.

 Questo l'epilogo di una vicenda iniziata l'anno scorso, quando l'ACAPOR ha depositato in Procura gli indirizzi IP di 2.000 utenti pirata P2P. Alla fine ieri il Procuratore Generale ha deciso di chiudere il caso sulla base di due considerazioni. La prima che la condivisione per uso personale di contenuti protetti da copyright non reato; la seconda che un indirizzo IP non pu identificare univocamente una persona.

"Stiamo facendo il possibile per allertare il governo sulla difficile situazione dell'industria dell'intrattenimento", comment ai tempi ACAPOR. "1000 denunce al mese dovrebbero essere sufficienti a imbarazzare il sistema giudiziario.

Ieri in imbarazzo vi sono finiti gli associati di ACAPOR. "Dal punto di vista giuridico, pur tenendo conto del fatto che gli utenti agiscono sia da uploader che downloader nelle reti file-sharing, la condotta lecita, anche se continuano a condividere una volta che lo scaricamento completato", ha spiegato la Procura. Non meno importante il fatto che il diritto di copyright secondario rispetto alla libert di espressione e alla privacy.

Per quanto riguarda invece l'indirizzo IP risaputo che esiste una netta differenza tra l'intestatario del rispettivo contratto ADSL e l'utente responsabile dello scambio pirata. Questo vuol dire che ACAPOR ha fornito una lista di 2.000 indirizzi IP che non valgono nulla giuridicamente.

Infine, secondo la Procura Generale anche nel caso un utente dovesse essere responsabile di condivisione illegale gli artisti dovrebbero esplicitamente dichiarare che non autorizzano la copia per uso personale.

"Personalmente penso che i procuratori abbiano trovato solo un modo per adattare la legge ai loro bisogni - e il loro interesse di non dover spedire 2mila lettere, ascoltare 2mila persone e analizzare 2mila computer", ha commentato Nuno Pereira, presidente di ACAPOR.

Fonte: Toms Hardware

Postato da: Sertek il Domenica, 30 settembre 12 ore 11,09

 Precedente Successiva  
Dopo 25 anni, per Microsoft tempo di cambiare lookMicrosoft oggi presenta ufficialmente Windows 8

 
    Links Correlati
· Inoltre Dal Web
· News by Sertek


Articolo più letto relativo a Dal Web:
Internet, rischio di pagare bollette salate


    Valuta Articolo
Punteggio Medio: 4.5
Voti: 2

Eccellente

Dai un voto a questo articolo:

Eccellente
Ottimo
Buono
Sufficiente
Insufficiente


    Opzioni

 Pagina Stampabile Pagina Stampabile


"Il file-sharing pirata legale in Portogallo" | Login/Crea Account | 0 commenti
I commenti sono di proprietà dell'inserzionista. Noi non siamo responsabili per il loro contenuto.

Commenti NON Abilitati per gli Anonimi, registrati